Hip Hop italiano

Alla scoperta dell’Hip Hop italiano #2: Tha Supreme


“Se swingo le parole, Non avere paura”

Nell’ultimo articolo siamo entrati nel mondo dell’Hip Hop Italiano (per chi non lo avesse ancora letto, vi lascio il link della prima puntata). Ho scelto di cominciare questa serie di articoli con Salmo perché lo reputo un ottimo artista di transizione per chi preferisce generi più “chitarristici” (generi che i lettori di Press Music conoscono bene).

Da oggi invece voglio portarvi a conoscere artisti ancora più legati alla scena Hip Hop italiana.
Prima di cominciare con l’artista di questo articolo, vorrei dare alcune informazioni di base per cercare di fornire più chiavi di lettura, soprattutto ai nuovi ascoltatori di questo genere.

Ogni canzone Rap/Trap è basata su un beat. Il termine beat viene dall’inglese “battito” ed è l’accompagnamento musicale della canzone. In questo genere l’accompagnamento musicale si basa su un battito con un ritmo cadente e preciso, su cui i rapper/trapper costruiscono le barre, cioè i versi della canzone.
Vi lascio qui un esempio di un beat trovato con una semplice ricerca su YouTube (potete trovarne tantissimi altri).

Un altro aspetto molto importante (e a mio parere quello più bello di questo genere) è la metrica del testo, cioè la struttura delle rime, gli incastri e la loro collocazione nel testo.
Vi lascio un esempio di una strofa di MadMan dove vi ho evidenziato le rime e gli incastri:

Rimani calmo, tanto non colmi il divario
Rimani calvo come di vaio, di canio
Dammi tutto quello che c’è in palio
O per il grano mi spacco il cranio come supermario

Ogni testo viene cantato dal rapper/trapper secondo un suo determinato flow. Il termine flow deriva dall’inglese “scorrere” ed è l’andamento vocale che si usa per dare una melodia al testo. Ogni artista ha un suo particolare flow che lo contraddistingue.

Tha Supreme

Come da titolo, oggi parliamo di tha Supreme.
Secondo le classifiche uscite qualche settimana fa, sia su Spotify che su Apple Music (le principali piattaforme di streaming musicale), tha Supreme insieme al suo album “24 6451“, che significa “Le basi” in alfabeto leet, è stato l’artista più ascoltato del 2020.

Un successo incredibile per un artista di appena 19 anni e salito alla ribalta proprio con il suo beat della canzone “Perdonami” di Salmo (di cui ho già parlato nell’ultimo articolo).

tha Supreme è un trapper che non si fa mai vedere in volto ma si presenta sempre sotto forma di un fumetto.
Nel novembre del 2019, con la collaborazione di Spotify, erano comparse nelle stazioni di Roma e Milano due statue di 5 metri raffiguranti il personaggio di tha Supreme.

Per introdurvi a questo artista, vi rimando al primo video di una canzone (in featuring con Salmo): sw1n6o.
Da questa canzone possiamo capire immediatamente lo stile inconfondibile di questo artista. Lui stesso nella canzone afferma di “swingare le parole” cioè allungarle e plasmarle secondo il suo flow e anche grazie all’uso dell’autotune (software di manipolazione dell’audio usato in quasi tutte le canzoni trap).

tha Supreme è a mio parere l’artista più originale che ci sia nella panoramica della scena trap italiana.
Una delle canzoni più riuscite del suo album è blun7 a swishland.
In questa canzone la maggior parte del testo non ha senso ma le parole e i termini sono usati in modo da generare un flow molto particolare, anche se privo di significato.

Se questo artista vi incuriosisce, vi suggerisco di ascoltare anche queste due canzoni molto belle, fatte in featuring con Nayt e Nitro: oh 9od e 6itch remix.
Come sempre vi lascio in fondo all’articolo la lista delle canzoni che potete ascoltare su Spotify.

Con tha Supreme ho voluto introdurvi al 100% in questo genere musicale, anche in modo un po’ provocatorio, dato che tha Supreme ha uno stile che esce di molto dai classici canoni musicali e sicuramente non può piacere a tutti.

Se vi è piaciuto ascoltare tha Supreme o se vi è piaciuto l’articolo, commentate e condividete!

L'album di Tha Supreme
La statua di tha Supreme
Condividi l'articolo!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *